Tagipermodernità

Archeologia dei sentimenti

Bisognerebbe scrivere una storia dei sentimenti. Capire quando l’amore è diventato amore, quando l’odio è diventato odio, quando la paura è diventata paura. Misurare lo scostamento di ciascun brivido dalla sua prima manifestazione alla più recente, spiegarne l’evoluzione, indagarne la funzione. Scopriremmo così che l’arsenale sentimentale serve la causa della nostra vita tanto quanto la ragione...

La malattia degli oggetti (Dillinger è morto)

La meraviglia di vivere in un mondo ricco di oggetti è pari solo all’angoscia che ne deriva. La cultura ipermoderna è una caverna oscura in cui risuona, rifratto in mille rivoli sonori, il “discorso del capitalista”. Non è il desiderio il carburante del consumo, ma la sete di godimento. Il desiderio è impensabile fuori dalla Legge: desidero ciò che non posso avere. Ciò che è...