Matteo Renzi

Una parola definitiva

Vorrei scrivere una parola definitiva, ma non ci riesco. E’ un mio limite? Non sono mai troppo generoso con me stesso, ma no, direi di no, è un limite umano. Le nostre posizioni, anche quelle apparentemente più solide, sono sempre rivedibili, la vita ci impone di farlo, piaccia o no. Un modo ci sarebbe per …

Una parola definitiva LEGGI TUTTO

Il bar dello sport

Hai voglia a discutere di globalizzazione, flussi migratori, green new deal, futuro delle democrazie liberali, il dibattito pubblico è nel luogo squallido di sempre, il bar dello sport. I passaggi parlamentari della crisi lo confermano. Deputati e senatori nelle ultime ore hanno offerto uno spettacolo deprimente. La politica, oggi, è rappresentazione, un recita spolpata di …

Il bar dello sport LEGGI TUTTO

Giuseppe Conte

Sotto la pochette niente

Un giorno bisognerà che storici, giornalisti, psicologi, sociologi s’interroghino seriamente su Giuseppe Conte e la sua parabola politica, la più sorprendente della storia repubblicana. Quando, nel 2018, fu scelto come garante del patto gialloverde, nessuno avrebbe scommesso su di lui neppure un calzino bucato. “Vaso di coccio tra i vasi di ferro”, si diceva, e …

Sotto la pochette niente LEGGI TUTTO

Matteo Renzi

Un irresistibile declino

Tra le tentazioni della vita a cui occorre resistere c’è quella di squalificare una tesi solo perché chi la sostiene non ci piace. Prendiamo le accuse di Renzi al governo: lentezza, indecisione, scarso rispetto del Parlamento, MES sì, Recovery Plan da rivedere ecc. Presi singolarmente si tratta di giudizi condivisibili, quantomeno fondati, anche se vengono …

Un irresistibile declino LEGGI TUTTO

Matteo Renzi

La fiera delle vanità

«Non so dove ho letto che la vita è fatta di nascere, fornicare e morire. Il resto non sarebbe che giogo, per guadagnarsi il pane, e rappresentazione (la cosiddetta cultura), un teatro per far bella figura con gli altri e con se stessi». Lo scriveva Bioy Casares cinquant’anni fa, ma la data non importa, è …

La fiera delle vanità LEGGI TUTTO

La crisi

Sto vivendo una crisi… Uno è un musicista, 57 anni, vaporosa zazzera bianca, pallido ed eccentrico. L’altro fa il politico, tre anni in meno, capelli arresi al grigio ma incarnato florido, stile sportivo, solido. Tutto li divide, moltissimo li accomuna. Entrambi hanno alle spalle una carriera rispettabile: un’immagine vincente, targhe Tenco, presidenza del Consiglio dei …

La crisi LEGGI TUTTO

Un'immagine dal capolavoro di Werner Herzog

Matteo, furore di Dio

C’è una scena in Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog che racconta bene un pezzo di classe dirigente italiana. Il condottiero e un manipolo di uomini sono alla deriva sul Rio delle Amazzoni. A bordo di una zattera traballante, farneticano di raggiungere l’Eldorado, terra di mitici tesori. Il neoimperatore, Don Fernando de Guzman, gozzoviglia …

Matteo, furore di Dio LEGGI TUTTO

Zingaretti

La politica Ikea

Sembrava, l’estate del 2019, la solita estate italiana. Caldo e un po’ di noia, qualche passeggiata a riva, fritture, esodo e controesodo, lavoro per i meno fortunati, il Ferragosto coi parenti, i condizionatori, gli incendi. Avevamo sottovalutato Matteo Salvini, il delirio d’onnipotenza secondo solo all’idiozia della razzumaglia sovranista, l’imprevedibile estro italico al suo peggio incarnato …

La politica Ikea LEGGI TUTTO

Psicopatologia della vita politica

Proviamo a mettere in fila alcuni fatti, giusto per provare l’ebbrezza – colpevole, nel mondo odierno – di essere lineari. Partiamo dalle basi, la Costituzione, la legge fondamentale del paese. “La sovranità appartiene al popolo”, si legge all’articolo 1, “che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”. Di quest’enunciazione, sovranisti e populisti citano …

Psicopatologia della vita politica LEGGI TUTTO

Luigi Di Maio

Di padre in peggio

Le cronache politiche degli ultimi giorni pullulano delle malefatte del padre di Luigi Di Maio. Appassionano più del baratro economico che rischia di spalancarsi sotto i nostri piedi nei prossimi mesi. È inevitabile: siamo il paese di Pulcinella, della commedia dell’arte, cerchiamo continuamente sollazzi. Quando la realtà chiama, noi rispondiamo buttandola in caciara. Il merito …

Di padre in peggio LEGGI TUTTO