In un Futuro Aprile

Un blog di politica, libri, musica, cinema, racconti

Il virus delle nostre paure

Non importa quanto forti crediamo di essere, l’equilibrio che stabiliamo con il mondo è sempre precario. La vicenda del coronavirus lo dimostra ampiamente. L’infinitamente piccolo non è mai sufficientemente piccolo da non provocare danni in un complesso delicato, definito dal sincronismo di miliardi di variabili. Un sistema immunitario, le abitudini quotidiane, la produzione di automobili …

Il virus delle nostre paure LEGGI TUTTO

La società signorile di massa

Questo paese ha già dato il meglio di sé? Il vizio di molte epoche è quello di considerarsi decadenti rispetto a un glorioso e spesso mitico passato. Lo ravvisava magnificamente Ortega y Gassett quando disquisiva sulla “pienezza dei tempi”. Per il grande spagnolo, la tendenza all’autocommiserazione spesso oscura il dato di una società ricca di …

La società signorile di massa LEGGI TUTTO

La crisi

Sto vivendo una crisi… Uno è un musicista, 57 anni, vaporosa zazzera bianca, pallido ed eccentrico. L’altro fa il politico, tre anni in meno, capelli arresi al grigio ma incarnato florido, stile sportivo, solido. Tutto li divide, moltissimo li accomuna. Entrambi hanno alle spalle una carriera rispettabile: un’immagine vincente, targhe Tenco, presidenza del Consiglio dei …

La crisi LEGGI TUTTO

Il dio che è fallito

Militanza, dice la Treccani, è “il partecipare in modo attivo e impegnato a un’organizzazione, un partito, un movimento e sim., svolgendo per essi una concreta opera di lotta e di propaganda”. La radice del termine è la stessa di militare; all’infuori del significato letterale, militanza sembra dunque una di quelle parole-destino, che contengono il cosa …

Il dio che è fallito LEGGI TUTTO

Il contagio

Dio benedica gli sciacalli. Luca Morisi, l’uomo dietro la “Bestia” salviniana, qualche giorno fa ha pubblicato un tweet rivelatore: «6.000 crocieristi bloccati a bordo ma per 400 presunti profughi da chissà dove porti spalancati». La prosa è quella che è, l’originalità pure, ma il messaggio un pregio ce l’ha: evidenzia come per i sovranisti non …

Il contagio LEGGI TUTTO

Stefano Bonaccini

La via Emilia(na)

Gli equilibri politici di questo paese sono di norma talmente fragili che ogni voto regionale diventa un test per il governo nazionale. Nel caso dell’Emilia Romagna, l’importanza della consultazione per l’elezione del governatore era accresciuta da due fattori. La storia della regione, segnata da cinquant’anni di vittorie della sinistra in tutte le sue incarnazioni che …

La via Emilia(na) LEGGI TUTTO

I demoni di Salvini

Ora che le elezioni in Emilia Romagna incombono, e con esse il rischio che collassi la fragilissima maggioranza guidata dal Conte 2 (il sequel demo-progressista dell’orgoglioso avvocato del popolo), può essere utile ripercorrere la storia politica di quello che i sondaggi indicano come il cavallo vincente, Matteo Salvini, e del suo partito. Viene in soccorso …

I demoni di Salvini LEGGI TUTTO

La gelosia

Corsi e ricorsi di una storia. Anzi, nel caso de La gelosia, di Alain Robbe-Grillet, soprattutto ricorsi. La ricorsività, in letteratura, è lo strumento prediletto dell’ossessione, e l’ossessione, in un uomo, è sempre ossessione erotica (desiderio di possesso totale dell’Oggetto). Lo testimonia un altro grande romanzo, L’odore del sangue, rampicante letterario attecchito in un terreno …

La gelosia LEGGI TUTTO

Una scena del film "Un giorno di pioggia a New York"

Un giorno di pioggia a New York

“Nel mezzo del cammin di nostra vita / mi ritrovai per una selva oscura / ché la diritta via era smarrita”. Dio mi perdoni, e Dante pure, ma nel mondo di Netflix e TikTok Woody Allen è un pezzo da antologia, e come tale va trattato. Certo, Gatsby, il protagonista di Un giorno di pioggia …

Un giorno di pioggia a New York LEGGI TUTTO

William Eugene Smith

Orfani

Le cronache offrono l’impressione di un Paese sull’orlo del collasso. Ilva, Venezia, la finanziaria. Il racconto dell’oggi è sempre cronaca di un crollo, un allagamento, una frattura, l’imprevisto, le urla, la sopraffazione. Non ci sono le condizioni oggettive per ritenere si sia più in pericolo di ieri, ma la percezione è questa: la resa dei …

Orfani LEGGI TUTTO