L’Era dell’Emergenza

Due fatti importanti (e gravi) nella stessa settimana – l’approvazione della nota di aggiornamento al Def e l’arresto di Domenico Lucano, sindaco di Riace -, denunciano un paese ostaggio di se stesso, dei propri vizi, il più decisivo dei quali è senza dubbio l’inerzia. Sulla nota di aggiornamento al Def ho già scritto: è un… Continua a leggere

Indovinate un po’ chi paga?

La nota di aggiornamento al Def appena approvata dal governo Conte ha un pregio: fa chiarezza. La Terza Repubblica, cosiddetta “del cambiamento”, si dimostra, almeno agli occhi di chi vuol vedere, come un concentrato dei vizi peggiori delle due precedenti. Della vocazione alla propaganda più sfacciata, mutuata dalla Seconda, sapevamo già. A questa si aggiunge… Continua a leggere

Il nuovo Razzi

I grandi misteri dinanzi ai quali ci pone oggi il neopopulismo al potere in Italia non sono il futuro dell’Europa, della democrazia, tantomeno le coperture per la manovra finanziaria, no, ma la presenza, nella compagine di governo, di Danilo Toninelli. La sua nomina è la prova lampante – qualora, dopo quattro mesi di sostanziale nulla… Continua a leggere

Parole, parole, parole

A distanza di quattro mesi dal suo insediamento e a sette dalle elezioni che ne hanno sancito la maggioranza, del governo Conte non v’è traccia se non nella mole di esternazioni quotidiane con cui i suoi dioscuri, Salvini e Di Maio, tengono in ostaggio un’opinione pubblica sempre più frastornata. Pochi gli atti formali, e soprattutto… Continua a leggere

Figli di B.

Berlusconi sarà pure politicamente morto, ma certo il berlusconismo non è mai stato così vivo. La fase nella quale siamo intrappolati da almeno un quinquennio è un retaggio della mediocrazia inaugurata proprio dal Cavaliere nel 1994, con la proverbiale “discesa in campo”. Archiviata la parentesi del turbottimismo renziano, Salvini e Di Maio, ultimi pulcini della… Continua a leggere