Un blog di politica, libri, cultura, racconti

Ultimi post

La gelosia

Corsi e ricorsi di una storia. Anzi, nel caso de La gelosia, di Alain Robbe-Grillet, soprattutto ricorsi. La ricorsività, in letteratura, è lo strumento prediletto dell’ossessione, e l’ossessione, in un uomo, è sempre ossessione erotica (desiderio di possesso totale dell’Oggetto). Lo testimonia un altro grande romanzo, L’odore del sangue, rampicante letterario attecchito in un terreno diverso...

Un giorno di pioggia a New York

“Nel mezzo del cammin di nostra vita / mi ritrovai per una selva oscura / ché la diritta via era smarrita”. Dio mi perdoni, e Dante pure, ma nel mondo di Netflix e TikTok Woody Allen è un pezzo da antologia, e come tale va trattato. Certo, Gatsby, il protagonista di Un giorno di pioggia a New York, non è “nel mezzo del cammin”, piuttosto nel pieno del vigore, ma smarrito sì, incerto tra il...

Orfani

Le cronache offrono l’impressione di un Paese sull’orlo del collasso. Ilva, Venezia, la finanziaria. Il racconto dell’oggi è sempre cronaca di un crollo, un allagamento, una frattura, l’imprevisto, le urla, la sopraffazione. Non ci sono le condizioni oggettive per ritenere si sia più in pericolo di ieri, ma la percezione è questa: la resa dei conti è vicina. Il successo di politici sempre meno...

Matteo, furore di Dio

C’è una scena in Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog che racconta bene un pezzo di classe dirigente italiana. Il condottiero e un manipolo di uomini sono alla deriva sul Rio delle Amazzoni. A bordo di una zattera traballante, farneticano di raggiungere l’Eldorado, terra di mitici tesori. Il neoimperatore, Don Fernando de Guzman, gozzoviglia allegramente, divide le ricchezze tra i...

La politica Ikea

Sembrava, l’estate del 2019, la solita estate italiana. Caldo e un po’ di noia, qualche passeggiata a riva, fritture, esodo e controesodo, lavoro per i meno fortunati, il Ferragosto coi parenti, i condizionatori, gli incendi. Avevamo sottovalutato Matteo Salvini, il delirio d’onnipotenza secondo solo all’idiozia della razzumaglia sovranista, l’imprevedibile estro italico al suo peggio incarnato...