In un Futuro Aprile

Un blog di politica, libri, musica, cinema, racconti

Una parola definitiva

Vorrei scrivere una parola definitiva, ma non ci riesco. E’ un mio limite? Non sono mai troppo generoso con me stesso, ma no, direi di no, è un limite umano. Le nostre posizioni, anche quelle apparentemente più solide, sono sempre rivedibili, la vita ci impone di farlo, piaccia o no. Un modo ci sarebbe per …

Una parola definitiva LEGGI TUTTO

Il bar dello sport

Hai voglia a discutere di globalizzazione, flussi migratori, green new deal, futuro delle democrazie liberali, il dibattito pubblico è nel luogo squallido di sempre, il bar dello sport. I passaggi parlamentari della crisi lo confermano. Deputati e senatori nelle ultime ore hanno offerto uno spettacolo deprimente. La politica, oggi, è rappresentazione, un recita spolpata di …

Il bar dello sport LEGGI TUTTO

Giuseppe Conte

Sotto la pochette niente

Un giorno bisognerà che storici, giornalisti, psicologi, sociologi s’interroghino seriamente su Giuseppe Conte e la sua parabola politica, la più sorprendente della storia repubblicana. Quando, nel 2018, fu scelto come garante del patto gialloverde, nessuno avrebbe scommesso su di lui neppure un calzino bucato. “Vaso di coccio tra i vasi di ferro”, si diceva, e …

Sotto la pochette niente LEGGI TUTTO

Matteo Renzi

Un irresistibile declino

Tra le tentazioni della vita a cui occorre resistere c’è quella di squalificare una tesi solo perché chi la sostiene non ci piace. Prendiamo le accuse di Renzi al governo: lentezza, indecisione, scarso rispetto del Parlamento, MES sì, Recovery Plan da rivedere ecc. Presi singolarmente si tratta di giudizi condivisibili, quantomeno fondati, anche se vengono …

Un irresistibile declino LEGGI TUTTO

Un giorno di ordinaria follia

Per capire quello che sta succedendo in queste ore negli Stati Uniti bisognerebbe risalire a Baudrillard, alla morte del politico, alla trasformazione del politico in una simulazione, un simulacro di realtà. Il filosofo francese immaginava che gli attori politici si legittimassero a vicenda, che finissero col sostenersi reciprocamente nel gioco del potere, che il conflitto …

Un giorno di ordinaria follia LEGGI TUTTO

Matteo Renzi

La fiera delle vanità

«Non so dove ho letto che la vita è fatta di nascere, fornicare e morire. Il resto non sarebbe che giogo, per guadagnarsi il pane, e rappresentazione (la cosiddetta cultura), un teatro per far bella figura con gli altri e con se stessi». Lo scriveva Bioy Casares cinquant’anni fa, ma la data non importa, è …

La fiera delle vanità LEGGI TUTTO

Le luci della città

I Blue Nile sono la mia band preferita. Ecco, l’ho detto, e senza la proverbiale pistola alla tempia. Perché mi piacciano così tanto è difficile da spiegare, e infatti neppure ci proverò. Come nei grandi amori, è l’insieme che funziona. (Il resto sono teorie, elucubrazioni buone per quando la magia è finita e l’istinto s’impicca …

Le luci della città LEGGI TUTTO

Adolfo Bioy Casares ritratto da Sara Facio

Il Noumeno

A nessuno tocca in sorte il privilegio di scegliere che vita vivere. Ma se così un giorno potesse essere, io vorrei rinascere racconto di Adolfo Bioy Casares. Possiederei tutte le qualità che un uomo può desiderare: bellezza, intelligenza, ironia, una certa raffinata ambiguità, intesa come stratificazione d’intenzioni, sentimenti, ambizioni, dunque la complessità, offerta all’altrui ammirazione …

Il Noumeno LEGGI TUTTO

La scena di "Io e Annie" con Woody Allen e Marshall McLuhan

McLuhan quando si parla di McLuhan

Permettete uno sfogo personale. Di questi tempi, la mia fantasia ricorrente è la scena di un film di Woody Allen, Io e Annie. Woody è in coda al cinema assieme alla sua fidanzata, l’adorabile Diane Keaton, quando dietro di lui qualcuno comincia a pontificare su Fellini e McLuhan. Il tizio è un professore alla Columbia …

McLuhan quando si parla di McLuhan LEGGI TUTTO

Donald Trump

Inganno

Un grande paese ostaggio di un pazzoide e della sua strampalata gang. Gli USA di Trump somigliano a una distopia, il luogo del caos e della psicosi piuttosto che la patria del “law and order” di cui pure il Presidente, negli ultimi tempi, si è riempito la bocca. Con punte di grottesco, ma guai a …

Inganno LEGGI TUTTO