Un blog di politica, libri, cultura, racconti

Ultimi post

Orfani

Le cronache offrono l’impressione di un Paese sull’orlo del collasso. Ilva, Venezia, la finanziaria. Il racconto dell’oggi è sempre cronaca di un crollo, un allagamento, una frattura, l’imprevisto, le urla, la sopraffazione. Non ci sono le condizioni oggettive per ritenere si sia più in pericolo di ieri, ma la percezione è questa: la resa dei conti è vicina. Il successo di politici sempre meno...

Matteo, furore di Dio

C’è una scena in Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog che racconta bene un pezzo di classe dirigente italiana. Il condottiero e un manipolo di uomini sono alla deriva sul Rio delle Amazzoni. A bordo di una zattera traballante, farneticano di raggiungere l’Eldorado, terra di mitici tesori. Il neoimperatore, Don Fernando de Guzman, gozzoviglia allegramente, divide le ricchezze tra i...

La politica Ikea

Sembrava, l’estate del 2019, la solita estate italiana. Caldo e un po’ di noia, qualche passeggiata a riva, fritture, esodo e controesodo, lavoro per i meno fortunati, il Ferragosto coi parenti, i condizionatori, gli incendi. Avevamo sottovalutato Matteo Salvini, il delirio d’onnipotenza secondo solo all’idiozia della razzumaglia sovranista, l’imprevedibile estro italico al suo peggio incarnato...

Psicopatologia della vita politica

Proviamo a mettere in fila alcuni fatti, giusto per provare l’ebbrezza – colpevole, nel mondo odierno – di essere lineari. Partiamo dalle basi, la Costituzione, la legge fondamentale del paese. “La sovranità appartiene al popolo”, si legge all’articolo 1, “che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”. Di quest’enunciazione, sovranisti e populisti citano sempre la prima parte, mai...

I turisti dell’orrore

La settimana scorsa sono stato a un comizio di Matteo Salvini. La città non la nominerò, è irrilevante, avrebbe potuto essere una città qualunque, per esempio la vostra. E anche voi avreste potuto essere lì, mimetizzati tra la folla. Scuotete il capo, ma aspettate. La ragione per cui ho deciso di trascorrere una serata afosa come poche in un modo tanto avvilente era lo studio di carattere. Mentre...