Il puer aeternus

Eterno. Che non muore mai. E dunque fuori dal tempo, estraneo alla vita. La dimensione morale dell’uomo ipermoderno è questa: l’eterno fanciullo. Matteo Salvini, truce ministro del Popolo, qualche anno fa si regalò un servizio fotografico su un noto settimanale di gossip in cui, infiocchettato dalla sola cravatta, esibiva il fisico non proprio scolpito del… Continua a leggere

La ribellione delle masse

Buona parte di ciò che oggi si ha bisogno di sapere sull’ondata neopopulista si trova, nero su bianco, ne La ribellione delle masse (1929), l’opera più rappresentativa di José Ortega y Gasset (di cui consiglio la bellissima edizione del 2001 targata SE). Il saggio è passato alla storia per la celebre definizione di “uomo-massa”. Chi… Continua a leggere

La Manina

Com’è meschina la vita nell’era neopopulista. Meschino il presente, meschine le aspettative, meschini persino i complotti. In passato, i politici strillavano contro i Poteri Forti e uno s’immaginava una potentissima Spectre sul modello di James Bond, con il vegliardo che, gattone bianco in grembo, spingeva il pulsante e disintegrava il nemico seduta stante («Numero 8,… Continua a leggere

L’invenzione di Morel

L’isola è separata dal resto del mondo dal mare e da una maledizione. Il naufrago, figlio del destino o della casualità (del destino mascherato da casualità, se è un naufrago romanzesco), ne accetta la natura selvaggia, indomabile. Non costruisce capanne: dorme in una zona paludosa, rischiando la vita ad ogni rigonfiamento di marea. Non va… Continua a leggere

Che mangino brioche

«Se Bankitalia vuole un governo che non tocca la Fornero, la prossima si volta si presenti alle elezioni con questo programma». Così il ministro Di Maio ha replicato al vice direttore generale della Banca d’Italia, Luigi Federico Signorini, il quale, in un’audizione sulla Nota di aggiornamento al Def davanti alle commissioni Bilancio di Camera e… Continua a leggere